Debian - Le prime cose da fare

!! eseguendo la sostituzione dei propri file con quelli allegati si trasformerà la propria Debian da stable ad unstable !! Per quanto non ci siano mai particolari problemi e nonostante questi vengano risolti di solito molto rapidamente (2-3giorni al massimo) si rischia comunque ad ogni aggiornamento (che consiglio di fare di frequente) di verificare dei malfunzionamenti.

Allora, per prima cosa facciamo un bell'aggiornamento

  1. scarica il sources.list, 70debconf e fixgpgkeys dal mio sito sul tuo desktop
  2. apri un'altra sessione testuale premendo Ctrl+Alt+F1
  3. inserisci come nome utente “root” e la password di root
  4. mv /home/tuonomeutente/Desktop/sources.list /etc/apt/sources.list
  5. mv /home/tuonomeutente/Desktop/70debconf /etc/apt/apt.conf.d/70debconf
  6. apt-get update (ignora gli errori che ti dà)
  7. apt-get dist-upgrade (rispondi sì se ti chiede se vuoi continuare installando pacchetti non verificati) (potresti ottenere degli errori, nel caso fai apt-get -f install e al termine ripeti il passaggio 5 e 6 fino a quando il tutto non termina senza errori) - NOTA: se stai aggiornando da Lenny (stable) al momento di aggiornare udev verrai avvisato che è un azione potenzialmente pericolosa se non aggiorni anche il kernel, a questo punto fino a quando non si crea un file vuoto in /etc/udev/kernel-upgrade non si può procedere con l'aggiornamento. Per poter continuare eseguire questo comando: “touch /etc/udev/kernel-upgrade”
  8. cd /home/tuonomeutente/Desktop
  9. chmod +x fixgpgkeys
  10. ./fixgpgkeys (ci mette un po'…)
  11. reboot

Hai altre partizioni da rendere visibili?

  1. apri una shell e loggati come root (esegui “su”)
  2. “gedit /etc/fstab” se utilizzi gnome, “kwrite /etc/fstab” se utilizzi kde
  3. incolla queste righe e modificale a seconda delle tue esigenze, la prima è per le partizioni NTFS mentre la seconda per le FAT32, poi salva e chiudi
  • /dev/sda1 /mnt/WinXP ntfs-3g silent,umask=0,locale=it_IT.utf8 0 0
  • /dev/sda7 /mnt/DATA vfat defaults,umask=0 0 0

cambia sda1 e sda7 con le tue partizioni e WinXP e DATA con il punto di montaggio che vuoi assegnarci (ricorda che su Linux per copiare e incollare basta che selezioni il testo e poi schiacci il tasto centrale del mouse, se non hai il tasto centrale clicchi il sinistro e il destro contemporaneamente)

  1. cd /mnt
  2. mkdir PUNTODIMONTAGGIO → ripeti questo passaggio tante volte quante partizioni hai inserito prima, nel mio caso scriverò una prima volta mkdir WinXP e una seconda DATA (attenzione alle maiuscole/minuscole Linux è case-sensitive, W è diverso da w, se sbagli non funzionerà)
  3. Se hai inserito una partizione NTFS devi installare ntfs-3g che è un driver che permette la lettura e la scrittura delle partizioni ntfs perchè purtroppo quello integrato supporta solo la lettura: “apt-get install ntfs-3g”
  4. mount -a
  5. Adesso potrai accedere alle tue partizioni!

Stai utilizzando kde ma è in inglese?

Per mettere in italiano kde devi scaricare il pacchetto kde-l10n-it e selezionare l'italiano dal centro di controllo

Come installo un programma nuovo?

Prima di scaricare programmi da internet controlla se sono già nella lista dei pacchetti a disposizione con Synaptic! (ad esempio troverai già Skype, mercury, Opera, Flash, Java, vlc…), oltre a semplificarti la vita questo sistema permetterà di mantenere sempre aggiornati i tuoi programmi in maniera molto semplice! synaptic è l'interfaccia grafica di apt (la ricerca sarà molto lenta perchè la mia lista dei pacchetti con tutti i repository è immensa) se vuoi installare qualcosa dal ramo experimental invece che dall'unstable devi scrivere da terminale “apt-get -t experimental install <nomepacchetto>” oppure da synaptic selezionare forza versione nel menù Pacchetto.

Se proprio non trovi quello che cerchi nonostante le decine di migliaia di programmi disponibili:

quando scarichi un programma cerca sempre il pacchetto .deb ovvero il pacchetto Debian, se proprio non c'è scarica quello per Ubuntu (l'ultima versione che trovi disponibile) che dovrebbe essere compatibile e per installarlo da shell devi: 1) loggarti come root “su” 2) entrare nella cartella dove hai scaricato il pacchetto 3) dpkg -i nomepacchetto.deb se ci sono problemi di dipendenza risolvile con apt-get install nomepacchettodipendenzamancante

codec

Per i codec mp3, divx, xvid ecc.. devi installare i pacchetti gstreamer (che a causa di problemi con le leggi americane non sono inclusi nel cd e quindi nell'installazione) da root esegui quindi questo comando: apt-get install gstreamer0.10-alsa gstreamer0.10-ffmpeg-full gstreamer0.10-pitfdll gstreamer0.10-plugins-base gstreamer0.10-plugins-good gstreamer0.10-plugins-bad gstreamer0.10-plugins-ugly w32codecs

riavvio o non riavvio?

Con il tempo scoprirai che i riavvi su Linux sono del tutto inutili perchè il sistema dopo un'aggiornamento o dopo una modifica delle partizioni continuerà a funzionare con le nuove configuarazioni dando pochi comandi, Per chi non ne sa niente è meglio però procedere per passi per evitare di fare casini!

Che *****, ma devo mettere sempre la password?? Io faccio tutto come root così non me la chiede!

Pessima idea! La sicurezza prima di tutto! I sistemi posix sono pensati per essere utilizzati da più utenti con più o meno privilegi. Eseguire TUTTI i comandi utilizzando su o sudo non solo è pericoloso e rischia di essere dannoso ma è anche stupido se fatto inconsapevolmente; quando eseguite un comando con con i privilegi di root non state usando il vostro account ma quello di root con tutte le sue conseguenze: - i file generati non sono leggibili degli altri utenti perché non hanno privilegi sufficienti (SOLUZIONE: modificare i privilegi con chmod, chown, chgrp) - un azione all'apparenza innocente di avviare un programma come root con sudo può renderlo temporaneamente inutilizzabile per via dei file di configurazione che genererà in automatico all'interno della VOSTRA home ma che appartengono a root (stesso problema di prima, una soluzione alternativa è cancellare i file di configurazione generati) - se il programma che state eseguendo non proviene da una fonte affidabile potrebbe eseguire qualunque cosa sul sistema (su Linux non esistono quasi virus grazie a questa politica sulla sicurezza ma se uno se le va a cercare non c'è sistema operativo che tenga…) - quando state per lanciare un comando preso da una guida fatevi due domande prima di eseguirlo perché se qualche simpaticone vi fa fare qualche operazione strana del tipo “sudo if=/dev/zero of=/dev/sda” e la eseguite vi ritroverete l'hd pieno di zeri e i dati irreversibilmente persi…

Com'è strutturato il file system?

/ è il punto dov'è montata la partizione su cui hai installato Linux (le altre partizioni le monti dove vuoi, per convenzione si montano nella cartella mnt che si trova nella radice ma non è obbligatorio)

/etc è la cartella dove si trova il 99,9% dei file di configurazione di sistema e dei programmi (ad esclusioni delle impostazioni personali degli utenti)

/home/UTENTE nella cartella home c'è una sottocartella per ogni utente del sistema, ad esclusione di root che ha una sua cartella nella radice che si chiama appunto root, all'interno della propria cartella ogni utente può memorizzare i propri documenti, il contenuto del desktop e i file delle impostazioni personali DI OGNI PROGRAMMA, questi ultimi si trovano in cartelle nascoste che iniziano con un punto; ad esempio firefox (che su Debian si chiama iceweasel per motivi di licenze) ha una cartella che si chiama .mozilla.

Ricorda che Linux è case-sensitive! mIcHeLe è diverso da MiChElE

Il taskmanager da terminale

ps -ef ti restituisce un elenco di tutti i processi in esecuzione di ogni utente (top e htop lo fanno in modo dinamico)

kill numeroprocesso termina il processo (si può anche scrivere killall nomeprocesso) kill -9 numeroprocesso uccide il processo (si può anche scrivere killall nomeprocesso)

Ma sta sciell è proprio indispensabile?? non posso fare click->avanti->accetto->va bene->cancella tutto?

All'apparenza la shell sembra complessa e di difficile utilizzo, in realtà con il tempo scoprirete che è insostituibile ed incredibilmente veloce per effettuare molte operazioni. Secondo me è addirittura più intuitiva dell'interfaccia grafica! A fronte dell'aver compreso alcuni concetti base del suo funzionamento l'utilizzo diventa semplice. Quasi tutti i comandi vanno eseguiti con dei parametri che, nella maggior parte dei casi sono preceduti da trattini, uno se il parametro è una lettera o due se una parola. ad esempio scoprirete che molti comandi hanno una funzione di aiuto visualizzabile con “<comando> -h” o “<comando> –help” che riporta le funzioni base dei parametri; na guida più completa sul funzionamento la potete visualizzare con il comando “man <comando>”

Aiuto! Come si fa a...

se da riga di comando scrivi “man <nomeprogramma>” otterrai il manuale di quel programma

http://www.debian.org/doc/ qua puoi trovare qualunque manuale di Debian, ma sicuramente molte cose le trovi più facilmente su google

Le guide e i pacchetti per ubuntu in genere vanno bene anche per debian, non è detto che sia tutto uguale, ma è probabile che non il procedimento sia molto simile se non addirittura uguale.

Navigation
Print/export
QR Code
QR Code Debian - Le prime cose da fare (generated for current page)